terza mostra: tre cose